lunedì 26 giugno 2017
  Search


Albo Pretorio On-Line


Gazzetta Amministrativa della Reppubblica Italiana

Amministrazione Trasparente >
Dettaglio Articolo Tutte le News Riduci

II^ rata IMU 2012 - Modalità di pagamento


L’Amministrazione Comunale

 

-          Visto l’art. 13 del D.L. 6 dicembre 2011, n. 201, convertito con Legge 22 dicembre 2011, n. 214 e s.m.i.;

-          Visto l’art. 4 del D.L. 2 marzo 2012, n. 16, così come convertito con Legge n. 44/2012;

-          Visto il D.Lgs. 14 marzo 2011, n. 23;

-          Visto l’art. 1, commi 161-170, della Legge 27 dicembre 2006, n. 296;

-          Vista la delibera di C. C. n. 18 del 26.05.2012 con cui è stato approvato il regolamento comunale per l’applicazione dell’ IMU;

-          Vista la delibera di C. C. n. 15 del 26.05.2012 con cui sono state approvate le aliquote IMU per l’anno 2012;

 

   INFORMA LA CITTADINANZA

che il termine del pagamento del SALDO relativo all’imposta municipale propria (IMU) è il

 17 DICEMBRE 2012

 mediante pagamento effettuato utilizzando il modello F24, il modello F24 semplificato o apposito bollettino postale .

Sono tenuti al pagamento i soggetti che possiedono a titolo di proprietà, usufrutto, uso, abitazione, enfiteusi o superficie immobili situati nel territorio comunale. Nel caso di leasing, soggetto passivo è il locatario, dalla data di stipula del contratto e per tutta la sua durata; per  le concessioni di aree demaniali, soggetto passivo è il concessionario. Per il versamento del conguaglio devono essere applicate le seguenti aliquote:

 ALIQUOTA 4 PER MILLE

per ABITAZIONE PRINCIPALE, pertinenze e fabbricati assimilati

 

Per abitazione principale si intende l’immobile, iscritto o iscrivibile nel catasto edilizio urbano, come unica unità immobiliare, nel quale il possessore dimora abitualmente e risiede anagraficamente unitamente al suo nucleo familiare. Nel caso in cui i componenti del nucleo familiare abbiano stabilito la dimora abituale e la residenza anagrafica in immobili diversi situati nel territorio comunale, le agevolazioni per l’abitazione principale e per le relative pertinenze in relazione al nucleo familiare si applicano per un solo immobile;

per pertinenza si intendono gli immobili classificati nelle categorie catastali C/2, C/6 e C/7, nella misura massima di un'unità pertinenziale per ciascuna delle categorie catastali  indicate, anche se iscritte in catasto unitamente all'unità ad uso abitativo;

sono assimilati i fabbricati:

-       la casa coniugale assegnata al coniuge, su disposizione del giudice, a seguito di provvedimento di separazione legale, annullamento, scioglimento o cessazione degli effetti civili del matrimonio;

-       in applicazione alla potestà regolamentare richiamata all’articolo 1 del presente regolamento, vengono assimilate alle abitazioni principali i fabbricati posseduti a titolo di proprietà o di usufrutto da soggetto anziano o disabile che ha acquisito la residenza in istituto di ricovero o sanitario a seguito di ricovero permanente, a condizione che la stessa non risulti locata e/o concessa in comodato.

 

ALIQUOTA RIDOTTA 7,6 PER MILLE

 

-          Locati a canone concordato e comodato parenti 1°,– con contratto registrato;

-          unità abitative ex art. 13 comma 9 bis D.L.201/2011 imprese costruttrici

-          Immobili non produttivi di reddito fondiario ai sensi dell’articolo 43 del testo unico di cui al D.P.R. n. 917/86, o posseduti dai soggetti passivi dell’imposta IRES classificati nelle seguenti categorie catastali C1,C2,C4,

 

 ALIQUOTA ORDINARIA 10,6 PER MILLE

 

-          Aree edificabili;

-          per tutti gli altri immobili.

 SI AVVERTE

 

che alle abitazioni principali ed a quelle ad esse assimilate si applica la detrazione di euro 200,00 a cui è aggiunta un’ulteriore detrazione di euro 50,00 per ogni figlio di età fino a 26 anni, fino ad un massimo di 400,00 euro,  che dimora e risiede nell’unità adibita ad abitazione principale. E’ possibile usufruire anche di un’ulteriore detrazione di euro 100,00, possedendo i necessari requisiti previsti dal vigente regolamento per l’applicazione dell’IMU, presentando apposita istanza entro e non oltre il 31 dicembre dell’anno d’imposta in cui si verifichino le predette condizioni.

 

DICHIARAZIONI  IMU

Per gli immobili per  i quali l’obbligo dichiarativo è sorto dal 1º gennaio 2012, la dichiarazione deve essere presentata entro il 4 febbraio 2013. Negli altri casi i soggetti passivi devono presentare la dichiarazione entro novanta giorni dalla data in cui il possesso degli immobili ha avuto inizio o sono intervenute variazioni rilevanti ai fini della determinazione dell’imposta, utilizzando l’apposito modello approvato con decreto ministeriale. La dichiarazione ha effetto anche per gli anni successivi sempre che non si verifichino modificazioni dei dati ed elementi dichiarati cui consegua un diverso ammontare dell’imposta dovuta. Restano ferme le disposizioni dell’articolo 37, comma 55, del D.L. 4 luglio 2006, n. 223, convertito, con modificazioni, dalla L. 4 agosto 2006, n. 248, e dell’articolo 1, comma 104, della legge 27 dicembre 2006, n. 296, e le dichiarazioni presentate ai fini dell’imposta comunale sugli immobili, in quanto compatibili.

 

La modulistica per richiedere le agevolazioni è disponibile presso l’URP oppure è reperibile sul sito del comune qui

( si ricorda che le dichiarazioni mendaci sono punibili ai sensi di legge ).

 

L’ufficio tributi rimane a disposizione per ogni ulteriore chiarimento.
UN INCARICATO SARà DISPONIBILE PRESSO L'UFFICIO TRIBUTI NEI SEGUENTI GIORNI:
MERCOLEDì 12, VENERDì 14 E SABATO 15 DICEMBRE DALLE 8,30 ALLE 13,00 E DALLE 15,00 ALLE 17,00.
print




  
Comune di Montescudo  Piazza Municipio, 1 - 47854 Montescudo (Provincia di Rimini) Telefono: (+39) 0541 864010 - Fax: (+39) 0541 984455 - Email: info@comune.montescudo.rn.it
Posta Elettronica Certificata: comune.montescudo@legalmail.it